• 080 596 3786

RESOCONTO CdA del 20/11/2018: Il tempo è un galantuomo!



Nella seduta del Consiglio di Amministrazione di oggi, 20 Novembre 2018, si sono discussi importanti punti che interessano tutta la comunità studentesca.

Prima di parlarvi dell'argomento più importante, ovvero l'incasso che il nostro ateneo ha fatto con il nuovo regolamento tasse durante l'A.A. 17/18, vi comunichiamo che abbiamo interrogato il Magnifico Rettore a riguardo della questione colombi nelle aule, a seguito di una nostra nota protocollata che trovate in questo articolo, chiedendo di intervenire quanto prima e di risolvere l'urgente problema, evidenziando la pericolosità di tale specie animale dal punto di vista sia igienico che patologico. 

Il Rettore, in risposta alla nostra interrogazione ha comunicato che ci sono difficoltà nell'arginare il problema che continua a ripresentarsi nonostante i dissuasori. Si sta provvedendo con l'installazione di sistemi di chiusura automatica delle porte che ci auguriamo ottengano l'effetto sperato e di dissuasori più potenti tra i due blocchi delle grandi aule dove sono diffuse le nidificazioni.

In seconda battuta, si è aperta la discussione che riguardava la variazione delle voci di spesa per il Budget 2018.

Tra i documenti che abbiamo ricevuto, siamo venuti a conoscenza dell'incasso proveniente dalle tasse versate nell'A.A. 17/18 (primo anno di applicazione della no-tax area ministeriale e del nuovo regolamento tasse). Il tempo è stato un gran galantuomo nei nostri confronti perché ha confermato ciò che i nostri rappresentanti hanno sostenuto con forza diverse volte sia nella commissione di lavoro del nuovo regolamento sia nello stesso Consiglio: il nostro Politecnico ha un problema con la Matematica! 

Come dite? È un ossimoro per una università tecnica non saper fare i conti? Lo abbiamo sostenuto anche noi da sempre, ma purtroppo non siamo stati mai ascoltati.

Quando si è elaborato il nuovo regolamento tasse (potete ripercorrere le tappe dal 2017 ad oggi cliccando qui) abbiamo più volte sostenuto che i dati su cui il nostro ateneo faceva le proiezioni di incasso erano falsati poiché non consideravano una serie di condizioni (tra cui circa i 2000 colleghi che non dichiarano, per loro libera scelta, l'ISEE). Abbiamo sentito discorsi del tutto fuori luogo, da persone che in quella commissione erano altrettanto fuori luogo, che tendevano a comparare noi studenti a quasi degli evasori seriali che fanno di tutto per non pagare le tasse ed usufruire dei servizi dell'ateneo (quali fossero questi servizi a cui si riferivano ce lo chiediamo ancora) .

Ancora più becera e squallida è stata la messa in scena a cui abbiamo assistito quando, tra maggio e luglio 2018, si è discusso del regolamento e della relativa modifica della formula per il prossimo anno accademico. In quelle occasioni infatti l'Amministrazione si è dimostrata del tutto chiusa e reticente a qualsiasi modifica sostenendo che gli aumenti eseguiti l'anno precedente avrebbero appena coperto le spese dell'ateneo (ovviamente queste affermazioni sono state fatte avvalendosi sempre della matematica di Pulcinella). Folli eravamo noi rappresentanti di AUP a sostenere che l'incasso previsto sarebbe stato di oltre 9mln di € rispetto ad un "obiettivo prefissato" di 7mln di € ma nonostante ciò abbiamo ottenuto qualche piccolo ma significante risultato.

Bene, il tempo è un galantuomo cari colleghi, perché nel CdA di oggi abbiamo ricevuto il totale dell'incasso derivante dai contributi studenteschi per l'A.A 17/18. Sapete a quanto ammonta? Provate a indovinare?

Esatto, avete detto bene, 9mln di € (9.834.998,00€ per la precisione). A cui, per dover di cronaca, dobbiamo aggiungere poco più di 880.000€ pervenuti dal Ministero come rimborso per l'applicazione della No-Tax area.

 

In consiglio abbiamo letto la dichiarazione che trovate in allegato, chiedendo che una parte di tale surplus sia dedicato ai servizi per gli studenti. Il Rettore ci ha garantito che una parte di questi soldi verranno investiti sulle borse di studio Erasmus e su tutto ciò che migliora la vivibilità del nostro Ateneo, considerando che esiste già un progetto di adeguamento e ristrutturazione di tutto il blocco delle grandi aule e di Celso Ulpiani, i quali verranno attuati in serie nei prossimi mesi. Avremo, concludendo, il riscontro effettivo di quanto promesso in sede di Consiglio di Amministrazione, quando si discuterà del Budget per il 2019.

Infine, ma non per importanza, abbiamo avuto la certezza che verranno svolti lavori di ristrutturazione della Sede di Taranto, nella fattispecie delle Grandi Aule G1 e G2 il cui impianto di condizionamento verrà sostituito integralmente, consentendo nuovamente l'accesso a tali aule che prima erano state interdette, permettendo quindi il regolare svolgimento delle lezioni in questi due ambienti.

In allegato potete trovare l'intervento Budget 2018.

Non smetteremo di lottare per garantire a tutta la comunità studentesca una adeguata rappresentanza negli organi di governo del nostro ateneo. 

Siamo sempre dalla parte degli studenti!

#AUP

P.S. Abbiamo ricevuto la comunicazione ufficiale che da fine mese l'attuale Direttore Generale lascerà il suo incarico per decisioni personali. A lui il nostro ringraziamento per il lavoro svolto insieme, che sicuramente poteva essere più fruttuoso se in certe occasioni non ci si fosse affidati a persone che sono solo brave con le parole, e un grosso in bocca al lupo per il futuro!

Attachments:
Download this file (Intervento Budget 2018.pdf)Intervento Budget 2018.pdf[ ]661 kB

Eventi e Scadenze

loader

Like us on Facebook!

Cerca