• 080 596 3786

cdavbCon un po' di ritardo arriva il resoconto della mia prima seduta di Senato Accademico del mandato 2014/16 tenutasi il 17 febbraio 2015.

Esattamente! Il mandato dei nuovi rappresentanti degli studenti inizia ad ottobre 2014 ma i "Senatori" arrivano con un semestre di ritardo. Ringraziamo, quindi, l'attuale Statuto e Regolamento Elettorale che disciplina le elezioni studentesche per l'ASSENZA TOTALE DELLA COMPONENTE STUDENTESCA in un consiglio così importante, in un momento in cui le argomentazioni da trattare sono di particolare interesse per gli studenti.

Operativamente la seduta prende inizio e io, a nome dell'associazione che rappresento, porto all'attenzione del Rettore e del Senato la mia interrogazione:

"Magnifico Rettore,

vorrei un chiarimento in merito al Bando per l’attribuzione delle Borse di Studio per studenti laureandi. Da un anno a questa parte gli studenti del Politecnico di Bari non hanno avuto la possibilità di accedere a tale fondo in quanto, a far data dall’ultimo bando emanato con D.R. n. 47 del 06.02.2014,  non vi è stata una discussione di modifica dello stesso. In particolare, con riferimento alle convocazioni del Senato Accademico dell’1 Luglio, 15 Luglio e 28 Luglio 2014, il punto 60 “Borse di Studio Laureandi” previsto all’o.d.g. delle stesse risulta rinviato e assente nell’o.d.g.  delle convocazioni successive. Come mai a partire dall’1 Agosto 2014 il punto 60 non viene inserito nelle convocazioni? A cosa è dovuto il ritardo nell’erogazione della borsa di studio?"

Il Rettore ammette l'eccessivo ritardo, giustificandolo con la necessità di modifica al Bando secondo criteri meritocratici. Mi ha assicurato che l'iter di modifica partirà entro fine mese tramite la Commissione 390.

Sottolineo, infine, le numerose richieste di accordi pervenute per incentivare l'accesso dei laureati del Politecnico di Bari nel mondo del lavoro:

- Proposta di convenzione in co-tutela di Dottorato di Ricerca tra University of Liege (Belgio) e Politecnico di Bari (Dottorato di Ricerca del Prof. Mossa).

- Protocollo di Intesa tra Politecnico di Bari, Regione Puglia e InnovaPuglia per la condivisione della conoscenza del territorio regionale, anche attraverso la DIGITAL LIBRARY della Regione Puglia.

- Accordo Quadro tra il Politecnico di Bari e il Consorzio per lo Sviluppo dell’Area Conca Barese s.c. a r.l.

- Proposta di convenzione quadro tra il Politecnico di Bari e Sudelettra SpA.

- Protocollo di Intesa tra Politecnico di Bari – Centro Interdipartimentale “Magna Grecia” e Confcommercio Imprese per l’Italia Associazione provinciale di Taranto.

- Accordo quadro tra il Politecnico di Bari e la Regione Puglia - Area Politiche per la Promozione del Territorio dei Saperi e dei Talenti.

N.B.: Le trattazioni relative alla didattica presenti nell'o.d.g. sono state rinviate alla successiva convocazione prevista in data 25/02/2015.

Vi segnaliamo, inoltre, due importanti novità dall'ultimo Consiglio di Amministrazione. Ci è stato comunicato che la segreteria studenti ha risolto definitivamente tutti i problemi di caricamento del piano di studi e di prenotazione esami, sul portale esse3, per gli idonei adisu. Chi riscontrasse ancora delle difficoltà, può contattare la segreteria all'indirizzo .

Sembra, invece, che possano risolversi entro la prima settimana di Marzo le problematiche relative alla compilazione ed all'invio telematico del modello ISEEU da parte dei caf. Se così non fosse, si ipotizza l'inserimento di un modulo per la compilazione manuale del dato sul portale esse3. Seguiranno aggiornamenti.

Convocazione straordinaria per il Senato del 13/05/2014, che prevedeva i seguenti punti all'O.d.g.: - Offerta formativa A.A. 2014/2015 - Relazione del Garante degli studenti - Protocollo d’Intesa tra il Politecnico di Bari e il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bari - Elezioni studentesche 2014-2016: ricorso  

Offerta formativa A.A. 2014/2015

Un inizio "col botto". Appena introdotto il punto, il Magnifico Rettore passa direttamente alla discussione (perchè i resoconti delle proposte dai vari Dipartimenti erano già stati fatti nella seduta precedente) e chiede ai componenti del Senato di intervenire. Silenzio assoluto, e la prima a parlare sono io, con un unico obiettivo : il Direttore D'Amato e il corso di Ing. Edile-Architettura. Tra i numerosi allegati che il Direttore del Dicar aveva inviato al Senato c'erano infatti parecchi punti errati : in alcuni manifesti comparivano esami in più, o era sbagliata la dicitura dell'a.a. in cui dovevano essere attivati i corsi. Ho chiesto queste e altre delucidazioni, in modo pacato, e il Direttore mi ha risposto con tranquillità. Dopodichè ho fatto notare che, tra gli allegati, ne erano presenti alcuni che in Dipartimento ICAR non erano mai stati approvati, e dei quali i Rappresentanti degli Studenti non erano stati informati. Ho chiesto spiegazioni su questo, e sono stata tacciata di "menzogne" da parte del Direttore. Lui ha infatti riportato che quegli allegati erano stati approvati in Consiglio ALL'UNANIMITA' (cosa assolutamente non vera). A questo punto ho fatto la DICHIARAZIONE DI VOTO CONTRARIO per l'offerta formativa in Ing. Edile-Architettura che riporto di seguito : "Dichiaro il mio voto contrario all'approvazione dell'offerta formativa per il CdS in Ing. Edile-Architettura per numerose motivazioni : in primo luogo, in quanto Componente del Senato Accademico, sono CONTRARIA ad approvare questa offerta formativa in quanto io e l'Associazione AUP che qui rappresento abbiamo PIU' E PIU' VOLTE chiesto, tramite interrogazioni e richieste di inserimento di DUE punti all'ordine del giorno (finora MAI discussi), delucidazioni in merito a TUTTI i cambiamenti che il Direttore sta apportando IN ITINERE al Corso di Laurea in maniera totalmente ILLEGITTIMA; inoltre, esprimo il mio voto contrario per riportare anche in questo consesso il disagio che gli studenti stanno vivendo, e vorrei poter leggere la lettera scritta a nome dei Rappresentanti degli Studenti di Ing. Edile-Architettura, chiedendo che questa venga allegata al verbale di questa seduta del Senato." Potete trovare QUI la lettera dei Rappresentanti di AUP. Dopo la mia dichiarazione ha preso la parola il Senatore Lamacchia, ha esposto due perplessità : una in merito alle norme attuative che il Direttore D'Amato aveva allegato, con dicitura "a.a. 14-15", per capire se fossero retroattive o meno (sfortunatamente, la risposta del Direttore è stata poco chiara e non interpretabile); la seconda perplessità era in merito alla presenza, tra gli allegati, del calendario delle lezioni del nuovo a.a., e il Direttore ha confermato che NON avremmo votato quello, ma solo le parti strettamente connesse all'offerta formativa. Dopodichè, anche il Senatore di Studenti Democratici ha espresso voto contrario, senza dichiarazione di voto.  

Relazione del Garante degli studenti

Nella seduta dell'11/04/2014 è stata presentata una relazione da parte della Prof.ssa Fidelibus, Garante degli Studenti. La trovate QUI. Siamo stati chiamati ad esprimerci in merito, e ho aperto la discussione focalizzando l'attenzione sul problema delle tesi all'estero obbligatorie per il Corso di Laurea in Architettura, indirizzo Classico. Il problema sollevato dalla Garante è che alcuni studenti non riescono a sostenere le spese necessarie per il lavoro di tesi, e che si trovano in serie difficoltà economiche per conseguire il titolo di studio. Ho espresso parere sfavorevole a quest'obbligo imposto dal Direttore D'Amato, evidenziando il fatto che nessuno può obbligare gli studenti a sostenere spese extra, solo per mere ideologie personali, e ho evidenziato alcuni casi in cui potrebbero verificarsi problemi. Con questo intervento ho scatenato l'ira del Direttore D'Amato, che ha CHIESTO pubblicamente LA MIA CENSURA in quanto, a sua detta, stavo dicendo "menzogne". Secondo lui, infatti, "gli studenti sono liberi di cambiare indirizzo quando e come vogliono, passando al generale, e quindi non vi è nessun obbligo. Non interessa se lo studente ha particolari interessi nell'ambito classico, o non interessa se quanto sceglie l'indirizzo ha le possibilità ma poi quando poi deve iniziare la tesi non le ha più e quindi non può più permettersi il viaggio, il percorso Classico è fatto cosi e gli studenti se non vogliono sostenere le spese possono sempre decidere di cambiare."  A questo, il Magnifico Rettore ha aggiunto che, comunque, per casi gravi, è previsto il sostegno da parte del Politecnico per questi studenti. Ma la più grande soddisfazione è stata che, FINALMENTE, dopo questa incazzatura, è stato lo stesso Direttore D'Amato a richiedere un Senato Accademico MONOTEMATICO su Edile-Architettura!!!!! E' andata così : in Senato cerco di essere il più insistente possibile sulle problematiche del DICAR, e ormai tutti i componenti del Senato mi prendono in giro sul fatto che ce l'ho con D'Amato. Lui stesso dice che ce l'ho con lui e, tra una bestemmia e l'altra nei miei confronti, ha detto che "ho rotto il cazzo che sto sempre a guardare quello che fa lui e i Rappresentanti della mia associazione hanno rotto il cazzo perchè vengono sempre a chiedermi di fare interrogazioni in Senato." A questo ha aggiunto : "a questo punto facciamo un Senato monotematico e chiariamo una volta per tutte questi problemi!!! Perchè, se no (riferito al Rettore), non ci togliamo più davanti questa che ogni volta sta sempre a cercare i motivi per fare storie". [Quindi, aspettiamo il Senato monotematico!!!!!] Altre delibere proposte dal Senato in merito alle problematiche sollevate dalla Garante degli Studenti sono : - maggiore attenzione da parte dei docenti, dei Coordinatori dei Corsi di Studio e dai Direttori di Dipartimento, nei confronti di chi non rispetta i Regolamenti Didattici; - abolizione dei "di norma" previsti nei vari Regolamenti, A PATTO E CONDIZIONE CHE i Rappresentanti degli Studenti siano disposti a trovare una mediazione su punti come : numero di appelli per i fuori corso, calendario delle sedute di laurea, e altro simile. Ovviamente non abbiamo dato la nostra disponibilità, ma abbiamo rinviato la discussione ad altri momenti; - provvedimenti immediati nei confronti dei casi di molestie sessuali, mobbing e stalking, qualora essi vengano denunciati. Ho, infine, chiesto al Senato la possibilità di dare più potere alla Garante degli Studenti, in modo da consentirle di intervenire nei casi di mancato rispetto dei Regolamenti da parte di docenti e Direttori di Dipartimento, ma la richiesta è stata negata.  

Elezioni studentesche 2014-2016: ricorso

Finora sono rimasta imparziale e corretta.. Ma per questo punto non vi garantisco la stessa eleganza..  Con questo punto abbiamo davvero toccato il fondo! L’art.6 comma 5 del Regolamento Elettorale studentesco cita : “Qualora la denominazione o sigla di una lista sia confondibile con quella di una lista presentata in precedenza ovvero appaia scorretta o sconveniente, la Commissione Elettorale Centrale, di cui all’art.11, invita il presentatore ufficiale a modificarla entro tre giorni sotto pena di esclusione della lista dalle elezioni”. Come avrete potuto vedere nei "santini" che stanno girando per il Politecnico,  SD,  pur di provare a vincere le elezioni (dopo le palate che ha preso a quelle del 2012) ha chiesto l'aiuto di Link e si sono UNITI, con il solo obiettivo di prendere più poltrone possibili. Ma finchè fosse solo questo andrebbe tutto bene.. Il problema è che, con il loro classico modo di fare, non hanno avuto il coraggio di unirsi sotto UNA NUOVA LISTA, UN NUOVO SIMBOLO E UN NUOVO LOGO, ma hanno utilizzato stessi simboli, stesso logo, e stesso nome (un minuto di silenzio per i poveri LINK che sono finiti in un misero angolino dell'enorme simbolo di SD - oltre al danno, la beffa!). Ebbene, AUP ha presentato ricorso per chiedere che si potessero unire si, ma sotto nuovi simboli, nomi e loghi, in pieno rispetto del Regolamento. Questo ricorso, insieme ad un altro presentato contro una candidatura non proprio corretta, è stato BOCCIATO.

Questa mattina si è svolta la seduta n. 19 del Senato Accademico. Il motto di oggi è "il lupo perde il pelo ma non il vizio!". Cominciamo con il sottolineare l'ennesima assenza del Senatore tarantino Loscialpo, che manda dichiarazioni di voto via "WhatsAp" al collega di Studenti Democratici, e non si preoccupa di contattare anche noi di AUP quando ha intenzione di portare avanti istanze per la comunità tarantina. Tra le interrogazioni, infatti, ecco che spunta una richiesta a nome di tutte le associazioni tranne la nostra e a nome di tutte le rappresentanze del Consiglio degli Studenti tranne noi per una problematica che TUTTI INSIEME, all'UNANIMITA', allo scorso Consiglio degli Studenti abbiamo affrontato e condiviso. A detta dei Rappresentanti in questione è stata una mera svista, una coincidenza fortuita che li ha visti riuniti a pensare al tema in discussione e a scrivere e firmare l'interrogazione senza la nostra presenza, e noi vogliamo crederci.. Abbiamo accettato la svista e, sebbene per l'ennesima volta si proclamino unici paladini della giustizia, ci teniamo a ribadire che di certo non saranno queste dimenticanze a fermarci nel nostro percorso di tutela dei diritti degli studenti. Finalmente uniti dopo i vari chiarimenti, a nome del Consiglio degli Studenti noi 4 Rappresentanti in Senato Accademico abbiamo chiesto motivazioni in merito alla mancata attivazione dei Corsi di Lingua del Centro Linguistico presso la sede di Taranto, nonostante fossero stati stanziati opportuni fondi dal CdS stesso e dal Consiglio di Amministrazione. La risposta fornita dal Magnifico Rettore è la seguente : ci sono delle difficoltà oggettive che ci impediscono di partire con l'erogazione dei corsi, bisogna effettuare un'analisi più approfondita della situazione e valutare se è possibile realizzare la proposta. Di certo c'è che partiranno i corsi di Inglese I e II nel secondo semestre.

Altre Interrogazioni

- Abbiamo ricevuto risposta in merito alledue interrogazioni presentate da AUP alla scorsa seduta: * Regolamento iscrizioni part-time : si sta lavorando per stilare un regolamento (dato che al momento non è presente) per disciplinare le iscrizioni secondo modalità part-time. Sarà discusso al prossimo Senato, in data 19/12/2013 * Pergamene di Laurea : è stato inserito il seguente punto all'ordine del giorno "Stampa in proprio dei diplomi originali", e il Senato ha deliberato affinchè il progetto previsto possa consentire recuperi di efflcienza in termini di sensibili minori costi di produzione e minori tempi di consegna agli studenti. Il progetto è caratterizzato  dal seguenti elementi principali 

  • Produzione diretta di tutte le attestazioni a stampa conclusive (pergamene) del corsi di studio nonché di ulteriore materiale informativo attraverso l’utilizzo di un sistema digitale elettrografico già acquistato da questa amministrazione con fondi
  • Apposizione delle firme digitalizzate suite attestazioni da parte del Rettore, del Direttori di Dipartimenito e del Direttore Generate
  • Consegna degli attestati agli interessati in non piü di 60 giorni dalla data di conseguimento del titolo (attualmente Itempi di attesa sono di circa 3 anni);
[ATTENZIONE : I 60 GIORNI NON SONO VALIDI DA ORA!! BISOGNA PRIMA TERMINARE LA STAMPA DELLE VECCHIE PERGAMENE PER PARTIRE CON QUELLA DELLE NUOVE. SEGUITE E ASPETTATE SEMPRE I PROSPETTI DELLA SEGRETERIA PER IL RITIRO DELLE VOSTRE PERGAMENE!]

- Ho effettuato un'interrogazione per portare all'attenzione del Senato Accademico una delle tante problematiche che stanno attanagliando gli studenti del CdL in Ing. Edile-Architettura. Alla prof.ssa Cingolani è stata infatti negata l'autorizzazione da parte del Direttore del Dipartimento ICAR a svolgere gli appelli di Analisi I e II per gli studenti fuoricorso, nonostante il Regolamento Didattico di Ateneo preveda che sia dovuto loro un appello mensile. Nonostante le richieste di spiegazioni e le relative sollecitazioni pervenute dai Rappresentanti degli Studenti del CdL, ad oggi non abbiamo ricevuto nessuna risposta da parte del Direttore di Dipartimento, che non si è smentito neanche questa mattina in sede di Senato Accademico. Il Direttore mi ha infatti dato questa risposta : LA RISPOSTA ALLA TUA DOMANDA E' TROPPO LUNGA E TE LA DARO' AL PROSSIMO SENATO. La storia non finisce qui, andremo a fondo alla faccenda e non permetteremo che continui questa presa in giro!

Comunicazioni

- Il Magnifico Rettore ha comunicato che le attività didattiche saranno sospese nella mattinata di Lunedi 18/11/2013. Potete trovare maggiori informazioni QUI.

Bando tutorato

Anche quest'anno sarà emanato il Bando per il conferimento di assegni per l'incentivazione delle attività di tutorato, destinato all'attribuzione di 9 borse per gli studenti dei Corsi di Laurea Magistrale Biennale e Magistrale a Ciclo Unico per svolgere 150 ore di servizio presso il Politecnico. Il numero di Borse è stato ridotto rispetto allo scorso anno, e saranno così distribuite : 2 per il DMMM, 2 per il DICAR, 2 per il DEI e 3 per il DICATECh (numerosità di studenti maggiore).

Master Universitario di I livello

Per l'a.a. 2013/2014 sarà attivata la III edizione del Master in "Miglioramento ed Innovazione Continui dei Processi, Prodotti e Servizi (Excellere), promosso dal Prof. Dassisti, di durata annuale con un percorso formativo di 1220 ore .

Inizia malissimo il Senato del 25/03/2014, con una palese disomogeneità nel trattamento da parte del Rettore nei miei confronti e nei confronti del Rappresentante di Studenti Democratici... A quanto pare l'alleanza continua!!!

- Interrogazioni

La mia interrogazione era relativa alla ormai nota mancanza di imparzialità da parte del Presidente del Consiglio degli Studenti che, dopo esser stato contattato dal Rettore per coadiuvare TUTTI i Rappresentanti del CdS nella distribuzione delle magliette del Poliba, ha pensato bene di fregarsene dell'indicazione e di distribuire le magliette solo ad ALCUNI studenti e SOLO con l'aiuto della propria associazione, Studenti Democratici (a Bari) e con quello dell'associazione "gemella" di Taranto (CSJ). Maggiori info le trovate QUI. Cosa ho chiesto? Le dimissioni? NO! Ho solo chiesto che il Senato potesse esprimere un parere in merito al comportamento del Presidente. Noi, come associazione e come componenti del CdS, abbiamo richiesto le DIMISSIONI del Presidente, ma mi sarebbe piaciuto che il Senato potesse rispondere alla domanda : "si è comportato così, è un comportamento lecito o no?" Trovate QUI l'interrogazione. Bene, signori, il Senato, nella persona del Magnifico Rettore, ha risposto che "non è competenza di Senato e Consiglio di Amministrazione entrare nelle <>, e che <>". Alla mia richiesta di sentire anche il parere degli altri 10 e più Senatori, la risposta è stata "non è previsto un punto all'odg sulla questione, quando ci sarà chiederemo il parere degli altri Senatori". Bene, ho richiesto l'inserimento del punto, speriamo che non si perda per strada e che potrà essere discusso quanto prima. Ma fin qua niente di male, sebbene non abbia ricevuto risposta alla mia interrogazione posso anche capire la risposta del Magnifico. Ma poi............... Guarda un po'................... All'interrogazione del Rappresentante di Studenti Democratici : "è vero che è colpa del Presidente del Consiglio degli Studenti se lo student center non è ancora aperto?", il Magnifico non si fa poi troppi problemi ad entrare nel merito della questione e ad "immischiarsi nelle diatribe studentesche", rispondendo con un sonoro "no che non è colpa sua". Un Rettore che si permette di fare certe affermazioni senza aver avuto accesso agli atti del Consiglio degli Studenti, che NON SA tutte le volte che abbiamo richiesto di discutere la questione dello student center, che NON SA che le nostre richieste di convocazione fatte più e più volte NON SONO MAI STATE ASCOLTATE (con palese violazione del Regolamento di Funzionamento del CdS), che probabilmente NON SA che il Presidente del CdS ha risposto alle nostre richieste come "NON E' COMPETENZA DEL CDS ESPRIMERSI SU QUESTE COSE", nonostante più e più volte invece siamo stati interpellati, è un Rettore che NON VUOLE IMMISCHIARSI TRA LE DIATRIBE TRA ASSOCIAZIONI? Maggiori info sul perchè è tutta colpa di Lofù le trovate QUI. Un Rettore che si rifiuta di dire "si, ha approfittato della sua posizione" nonostante le numerosissime prove davanti ai suoi occhi, ma che non ci pensa su due volte prima di dire che il Presidente in questione NON ha nessuna colpa per lo Student Center (senza prove e senza sapere come sono andate davvero le cose nel CdS) è un Rettore imparziale? A voi la scelta.. Noi lo scopriremo solo vivendo (e subendo).

- Esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio delle professioni anno 2014

Sono state decise le date ultime per il conseguimento dei titoli di studio per l'accesso agli Esami di Stato 2014, e in particolare lo studente dovrà conseguire il titolo ENTRO il giorno PRECEDENTE a quello previsto per l'inizio degli Esami di Stato.

- Student Center: proposta di intitolazione e apertura

Lo student center avrà 3 aule : una centrale e due laterali. L'aula centrale sarà intitolata al Prof. L. Catalano. L'apertura dello student center è stata posticipata per l'ENNESIMA VOLTA, al 29 Aprile (per altri problemi non ben noti e non ben chiari).

- Relazione del Garante degli studenti

Finalmente, dopo mesi e mesi di richieste, la Garante degli Studenti è stata ricevuta dal Senato Accademico per parlare dei numerosi problemi che affliggono gli studenti del nostro Ateneo. QUI trovate la relazione della Garante. A seguito del suo intervento, purtroppo, è stato rinviato il punto e quindi la discussione. Ho chiesto di fare un solo intervento per commentare "a caldo" alcuni punti fondamentali citati dalla Garante, per sfruttare finalmente l'occasione di sensibilizzare il Senato Accademico verso le problematiche degli studenti, e la risposta del Magnifico è stata "NO, non puoi fare l'intervento!!". Allibita, ho chiesto il motivo per cui mi sia stata negata la libertà di parola, e la risposta è stata "PERCHE' SONO LE 20.15, E AVEVO DETTO CHE IL SENATO SAREBBE FINITO ALLE 20.00". Alla mia domanda provocatoria : "quindi dico alla popolazione studentesca che una Rappresentante degli Studenti non ha potuto fare un intervento perchè i Senatori devono andare a cenare?" la risposta non è mai arrivata. Tutti in piedi e via di corsa dai problemi degli studenti, che tanto non interessano a nessuno se non a noi stessi.  Evvivaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!! Il Senato si occupa di didattica? Il Senato deve stare attento alle difficoltà degli studenti? La risposta a queste domande altro non può essere che una sonora pernacchia. L'unico punto davvero IMPORTANTE per TUTTI gli studenti del Politecnico di Bari, in cui FINALMENTE abbiamo la presenza della Garante degli Studenti che riporta le nostri problematiche, le nostre difficoltà e i numerosi ABUSI che subiamo ogni giorno, NON SOLO VIENE RINVIATO, ma i Rappresentanti degli Studenti non possono neanche esprimersi perchè <<E' TARDI>>. A voi il giudizio..

Rapida e indolore (si fa per dire) la seduta di Senato Accademico svoltasi questa mattina.

Di seguito le interrogazioni portate da AUP :

- Tempistica pergamene laurea : "ho avuto modo di informarmi presso la Segreteria Studenti e ho potuto constatare che è disponibile, dal 1 Ottobre 2012, una nuova macchina per stampare le nuove pergamene di Laurea, che consentirebbe di ridurre notevolmente i tempi di consegna delle stesse (che ricordo, al momento, essere di 3 anni). Purtroppo, però, ho avuto modo di notare che non è ancora stata mai utilizzata. Come mai? Quando sarà possibile utilizzarla e, conseguentemente, accelerare i tempi di consegna delle pergamene?" Risposta : sicuramente entro il 2014 speriamo di riuscire ad utilizzare la nuova macchina, e quindi di abbreviare notevolmente il periodo di attesa per ricevere le pergamene di laurea. Non riusciremo da subito a poterle consegnare direttamente alle sedute di laurea, ma speriamo che dopo un periodo di "assestamento" sarà possibile attendere pochissimo tempo. - Regolamento part-time : "come già evidenziato nelle scorse sedute di Senato Accademico, purtroppo il nostro Politecnico non ha ancora un Regolamento che disciplini per gli studenti le modalità di iscrizione part-time. Nell’ultimo periodo si è verificato un forte disagio per gli studenti iscritti ai Corsi di Laurea Quinquennali, a cui è stata negata la possibilità di effettuare questo tipo di iscrizione solo perché, nei loro corsi, sono previsti laboratori annuali. Alla luce di questo episodio, chiedo che venga istituita una commissione di Senato, o che comunque la questione possa essere discussa alla prossima seduta, in modo che possano essere disciplinate in via ufficiale e una volta per tutte e le modalità valide per tutti gli studenti che intendono effettuare l’iscrizione part-time." Risposta : provvederemo ad occuparci della questione nelle prossime sedute, affinchè si possa avere un Regolamento chiaro e unico da rispettare. Come al solito Studenti Democratici arriva in ritardo (di quasi un anno questa volta!!!), presentando inutilmente una interrogazione sugli esami modulari simile ad una che la sottoscritta aveva già fatto nella seduta del 25 GENNAIO 2013, alla quale ovviamente è stata data la stessa risposta (non è possibile verbalizzare i singoli moduli, bisogna cercare di eliminarli dai manifesti degli studi per evitare che si verifichino questi problemi), e facendo un'interrogazione sui docenti che non rispettano le tempistiche di pubblicazione dei programmi e gli orari di ricevimento, a cui ovviamente è stato risposto che è una problematica di competenza dei singoli dipartimenti e non del Senato Accademico, ma che cercheremo di fare il possibile per sollecitarli affinchè possano avere un comportamento diligente.

Sottocategorie

Notizie dal Senato Accademico

Notizie dal Consiglio di Amministrazione

Notizie dal Consiglio degli Studenti

Like us on Facebook!

Cerca