• 080 596 3786

AUP>NEWS

Nel Consiglio di Facoltà di oggi pomeriggio, è stata approvata la nostra proposta in merito all’eliminazione delle soglie (da 30, 60, 90 e 120 CFU) per l'iscrizione agli anni successivi per tutti i Corsi di Laurea di Ingegneria.

CLICCA QUI O SULL'IMMAGINE QUI SOTTO PER LEGGERE LA PROPOSTA PRESENTATA DA AUP

 

"Sustainable mobility in adriatic-ionian region. Gect: driving force behind co-operation"

Aula Magna "Attilio Alto" - 25 Novembre 2011, ore 15:00

Locandina evento   Alcune info sul progetto ECOPORT8:

LA MISSIONE… garantire una sana ed “ecologica” concorrenza tra i porti sud-orientali (SEE) mediante l’uso di regole condivise, di politiche comuni di salvaguardia e monitoraggio e attraverso la creazione di un eco-port network che riduca l’impatto ambientale lungo le rotte marittime.

IL PROGETTO - I trasporti marittimi rivestono un ruolo importante nelle strategie europee per il loro ridotto impatto, sia dal punto di vista economico che ambientale. Tuttavia, il rischio ambientale connesso con l’incremento dei traffici, può avere effetti significativi sulla qualità delle acque marine e, in generale, delle regioni costiere. Al fine di massimizzare i benefici legati alla sostenibilità, è necessario che tutti gli operatori applichino un sistema di regole chiare universalmente riconosciuto.

ECOPORT 8, attraverso la stretta collaborazione fra centri di ricerca ed autorità portuali, punta a migliorare la qualità dei porti definendo azioni di prevenzione dall’inquinamento delle matrici ambientali (acqua, aria e suolo) e di riduzione dei consumi in modo da preservare le risorse naturali presenti nelle aree costiere.

Il raggiungimento degli obiettivi del progetto costituisce il primo passo verso la trasformazione delle rotte di navigazione sud-orientali (SEE) in corridoi ambientali. I porti, infatti, sono i punti di snodo essenziali in cui applicare buone pratiche per ridurre l’impatto ambientale ed assicurare il rispetto delle norme da parte degli operatori marittimi.

Il progetto si prefigge di effettuare studi e analisi, nonchè di fornire servizi, nel tentativo di definire le premesse per una certificazione ambientale dei porti. Tali azioni devono tener conto delle esigenze produttive dei porti, della normativa nazionale ed europea in vigore nonchè della creazione di sistemi di monitoraggio pilota.

Maggiori info sul progetto ECOPORT8.

In concomitanza dell’XI meeting del progetto NETLIPSE, che vede in qualità di partner organizzativo l’INTERPORTO REGIONALE DELLA PUGLIA, il Politecnico di Bari Facoltà di Architettura ospita un giornata di studio per gli addetti ai lavori finalizzata ad aprire un confronto sulle future scelte strategiche per la città di Bari ed in particolare su come, anche attraverso il confronto con alcune buone pratiche su scala europea, la realizzazione di infrastrutture di trasporto possa costituire una importante opportunità per favorire un processo di ridisegno del tessuto urbano, stimolando altresì l’intervento del settore privato attraverso formule innovative di partenariato con le pubbliche amministrazioni. Il progetto NETLIPSE, promosso dai Ministeri delle infrastrutture olandese e inglese e cofinanziato dall’Unione Europea, si occupa di espandere e supportare il network composto dai soggetti aderenti organizzando attività di comunicazione (eventi/pubblicazioni) volte a promuovere lo scambio di informazioni e buone pratiche riguardo l'esecuzione dei Grandi Progetti di Infrastrutture, oltre a sviluppare un modello ("Sistema di Valutazione Progetti di Infrastrutture"– SVPI) con l'obiettivo di migliorare l'efficacia dei grandi progetti di infrastrutture anche attraverso la riduzione dei costi, dei ritardi e il miglioramento dell'implementazione delle politiche sulle infrastrutture dei trasporti. Allo stato attuale al progetto NETLIPSE aderiscono soggeti istituzionali e non di 23 Stati dell’Unione Europea, di cui, per l’Italia, SEA – Società degli Aeroporti Milanesi, e Interporto Regionale della Puglia S.p.A, che svolge il ruolo di hosting member dell’XI° meeting.

www.netlipse.eu

Scarica il programma

Scarica l'invito

Diretta web

Grazie all'interesse delle rappresentanze, ma grazie soprattutto alla collaborazione fra DICA e Amministrazione nella persona del Rettore Costantino la questione DICA è risolta. Il trasferimento riprende regolarmente e con esso sia riavviano tutte le attività didattiche. Restiamo a disposizione per ulteriori chiarimenti   Vi riportiamo qui di seguito il testo del nuovo avviso che è stato affisso al DICA: "Comunichiamo che in data odierna l'Amministrazione del Politecnico ha provveduto a revocare la sospensione dei lavori di trasloco del DICA. Cercheremo quindi, pur nell'inevitabile disagio causato dal trasferimento, di portare avanti come sempre tutte le attività dipartimentali. In particolare, rassicuriamo gli studenti circa lo svolgimento delle attività didattiche. Bari, 18 Novembre 2011. I docenti, il personale tecnico amministrativo e bibliotecario, i dottorandi, i borsisti e i contrattisti del DICA."    

Like us on Facebook!

Cerca