• 080 596 3786

Consiglio degli Studenti

12190524_10206455837987473_694584638_o A seguito del nostro articolo pomeridiano (lo potete leggere QUI ) è seguita la casuale mail del presidente del consiglio degli studenti. La nostra risposta non si è fatta attendere: 12204385_10206455930349782_693776056_o Ci siamo stancati della poca serietà ed imparzialità del presidente del consiglio degli studenti. Visto che siamo qui a prenderci in giro, la nostra risposta goliardica non si è fatta attendere. Ne vedremo delle belle....

Vi comunichiamo che è stata creata una mail istituzionale per l'attivazione e la segnalazione delle problematiche in riferimento alle mail @studenti.poliba.it Per l'attivazione della mail per gli studenti degli anni successivi potete scrivere a  con il vostro nome,cognome e numero di matricola dalla mail di registrazione esse3. NB: Tale procedura non è valida per gli immatricolati 2015/2016 a cui verranno inviati i dati per il primo accesso nei prossimi giorni agli indirizzi di posta elettronica registrati su esse3. Il servizio è disponibile da oggi, ringraziamo il responsabile Gaetano Petruzzelli per la disponibilità mostrata e non possiamo che denotare i passi avanti che quotidianamente sta facendo il nostro Politecnico. Ci ha fatto piacere notare quanto la nostra istanza fosse condivisa a tal punto da farla propria e renderla realtà in così poco tempo (potete leggere l'articolo con la nostra proposta QUI). Ci dispiace dover nuovamente denunciare l'imparzialità del presidente del consiglio degli studenti Raffaello Perez de Vera che ricevuta notizia dal responsabile del servizio ha pensato bene di comunicarlo solo ed esclusivamente alla sua associazione di appartenenza scordandosi di fatto la conformazione dell'organo di cui lui è presidente.  E' disdicevole quanto comunicazioni così importanti non vengano date a tutte le associazioni rappresentante in Consiglio degli Studenti, comprese le associazioni di Taranto. Totalmente ignorate! Risulta più rilevante avere l'esclusiva che rispettare la richiesta di divulgazione del responsabile. Ma a distanza di oltre un anno dall'elezione di un CdS che produce solo 4 sedute c'è da aspettarsi davvero poco e nulla. 

images Prima di fare un resoconto dell’ultimo Consiglio degli Studenti, lasciatemi scrivere qualche riga per  raccontarvi le dinamiche che si sono sviluppate tra i rappresentanti, e che non trapelano da uno sterile verbale: Da qualche tempo, Azione Universitaria Politecnico ha focalizzato ancor più l’attenzione sulle problematiche che i nostri colleghi delle sedi decentrate riscontrano. Spinti da un crescendo di richieste di informazioni in merito alla didattica, alla burocrazia, o al semplice reperimento di tracce ed esercizi, e nel caso di Taranto, richieste di aiuto per sopperire alle carenze ed incompetenze dei propri rappresentanti, ci siamo subito prodigati per fornire il massimo supporto. Forti dell’esperienza acquisita sul campo, con rappresentanti sempre in prima linea, abbiamo deciso di tendere la mano alle rappresentanze di Csj e Cinetyk, aprendo uno scambio di idee, dapprima molto freddo e scettico,  man mano più partecipe e condiviso. La nostra idea, ahimè tradita, era semplice: iniziare una collaborazione che possa portare gradualmente ad un affiatamento tra le nostre rappresentanze, e ad un coinvolgimento dei consiglieri di Taranto negli incarichi chiave dell’amministrazione del Politecnico di Bari. Ci siamo infatti recati più di una volta nelle aulette delle associazioni di Taranto per incontrare personalmente i nostri colleghi, e alcuni sembravano rispondere positivamente lasciandoci ben sperare che la lontananza di ideali degli anni passati, non avesse offuscato completamente la loro capacità di giudizio. Così convinti, i rappresentanti di Azione Universitaria Politecnico hanno convenuto che proporre Taranto per una carica importante come il Nucleo, potesse essere la pietra angolare di un rapporto indissolubile, a tutto vantaggio degli studenti tarantini. La decisione era presa! Supportare Taranto era la cosa giusta da fare, e senza indugi i nostri rappresentanti hanno comunicato questa idea, spiegando i grandi vantaggi che gli studenti delle sedi distaccate avrebbero avuto se questo progetto fosse andato in porto. Avevamo i numeri, avevamo la volontà per cambiare le cose! Negli ultimi giorni prima del Consiglio degli Studenti però, il vento è cambiato. Qualcosa, forse la troppa calma, la completa cessazione delle comunicazioni con Csj e Cinetyk, ci ha fatto dubitare dei buoni propositi. In tardissima serata, giunge il messaggio di Pierluigi Loscialpo in cui dichiara, a nome di CSJ tutta, di non essere interessato in alcun modo. Il pomeriggio del 27 marzo, in Consiglio, ci troviamo così a dover votare tra le altre, anche la carica del rappresentante in seno al Nucleo di valutazione (cosa fa il nucleo? Clicca qui). Ancora convinti che la nostra idea sia la più giusta da seguire,  proponiamo la candidatura di Lo Iacono (cinetyk), che prontamente fa voce e si ritira. Rammaricati da un simile atteggiamento, ma convinti ancora che l’astio immotivato verso di noi sia solo del soggetto sopra citato, proponiamo uno degli assenti (Sanarìca) per dimostrare che la nostra non è una burla, un inganno, ma che siamo disposti realmente a votare compatti uno schieramento che ci sta voltando le spalle, e che SI PRECLUDE, la possibilità di far eleggere un proprio membro. I voti di Azione, come promesso, convergono compatti su Taranto. I voti di Taranto convergono su “Studenti Democratici e Link”. E’ chiaro, ancora una volta Taranto si è venduta l’anima. In cambio di cosa? niente! Non ho mai visto leoni simili, rappresentati da agnelli simili.   Di secondo piano, ma anche questo degno di grande risalto, è stato il giochetto poco corretto di “studenti democratici e link” . Subito dopo le formalità di apertura del Consiglio degli Studenti, mentre il Presidente elenca i punti all’ordine del giorno, notiamo che  uno di questi “approvazione pratiche 390  2013/2014” non è  stato incluso nella convocazione e che quindi avremmo dovuto votare l’approvazione di un argomento di cui  eravamo informati sommariamente. Il finanziamento delle pratiche 390 (richiesto nel 2013/14) era competenza del precedente Consiglio degli Studenti, ma nonostante le sollecitazioni, l’ex Presidente Lofù non le ha mai poste all’ordine del giorno. Per i non addetti ai lavori, l’approvazione o meno di questi finanziamenti è frutto di ore ed ore di analisi da parte di una specifica commissione, che valuta attentamente le caratteristiche di tutte le attività(concerti, implementi di emeroteche,  periodici universitari ecc).  Ad ogni modo, senza cedere alle pressioni del Consigliere Liuzzi, visibilmente infastidita dalle nostre critiche al suo comportamento fazioso e sbrigativo, abbiamo proposto di discutere il punto alla seduta successiva, per dar modo ai nostri rappresentanti di votare con coscienza e consapevolezza, e non approvando una spesa di 15000 euro ad occhi chiusi. Proposta messa ai voti, proposta respinta! La faziosità dei Tarantini è stata palese anche qui, ma probabilmente a loro bastava votare "come studenti democratici comanda". Irritati dalla situazione, abbiamo chiesto che ci venisse dettagliatamente illustrata la situazione. Tra i mille sbuffi dei Consiglieri Tarantini, visibilmente annoiati, la Liuzzi ha esposto le voci di spesa da approvare. Ancora una volta si vota, ancora una volta il risultato è lo stesso, muro contro muro…. Viva la democrazia!   Il secondo Consiglio degli Studenti si è volto il 27 marzo con i seguenti punti all'ordine del giorno:

- Comunicazioni - Approvazione Verbale - Elezione del Componente in seno al Nucleo di Valutazione - Elezione del Componente in seno alla Commissione Etica - Elezione di n.2 Componenti Effettivi e n.2 Componenti Supplenti in seno al CUG - Attività Autogestite - Potenziamento Biblioteche - Elezione College Italia - Varie ed eventuali

le votazioni hanno avuto i seguenti esiti: NUCLEO DI VALUTAZIONE candidati i Consiglieri Ciavarella Sebastiano e Sanarica Alfonso. ELETTO: Il consigliere Sebastiano Ciavarella in seconda votazione con 19 voti favorevoli e l'astensione di 1 consigliere   COMMISSIONE ETICA candidati gli studenti  Di Blasi Andrea e Manni Dario. ELETTO Lo studente Manni Dario in seconda votazione con 19 voti favorevoli e l'astensione di 1 consigliere   COMITATO UNICO DI GARANZIA

ELETTI gli studenti: - Di Corato Maria, membro effettivo. - Pontrelli Luca, membro effettivo. - Leccese Fabio, membro supplente. - Grande Angela, membro supplente. con votazione unanime.

  L'articolo verrà aggiornato con il verbale ufficiale quanto prima.

Da sempre Azione Universitaria Politecnico si contraddistingue tra le associazioni studentesche per il supporto su vasta scala che offre agli studenti, intervenendo in egual misura anche sulle problematiche relative alle sedi decentrate. Tuttavia crediamo che il maggior sostegno possa arrivare da coloro che vivono appieno i disagi a cui costantemente il Politecnico sottopone gli studenti di queste sedi. Chi meglio dei nostri colleghi di Taranto può conoscere le problematiche giornaliere e giudicare la “qualità” dell’operato dei docenti?! Pertanto, abbiamo proposto alla rappresentanza studentesca in seno al Consiglio degli Studenti, della sede decentrata di Taranto, di candidarsi in qualità di membri del “nucleo di valutazione”. Quest’ultimo, come s’intuisce dal nome stesso, è un organo di valutazione interna delle attività didattiche e di ricerca, degli interventi di sostegno al diritto allo studio e della gestione amministrativa; dunque è molto importante che siano presenti, in tale contesto, anche rappresentanze delle sedi decentrate, al fine di garantire un ottimale funzionamento delle attività di Ateneo. Negli ultimi anni, grazie all’impegno profuso, abbiamo cercato con ogni mezzo di migliorare sia la qualità delle informazioni, che dei canali utilizzati, per favorirne la più larga diffusione delle stesse, anche nella sede di Taranto. Ribadiamo così il nostro impegno a supportare un candidato tarantino perché crediamo in una omogenea ripartizione delle cariche, gesto di apertura che ci auguriamo possa sancire una lunga e proficua collaborazione per il miglioramento delle sedi decentrate e per il buon nome del Politecnico tutto.logo-630x470

cdsMercoledì 11 Febbraio 2015 si è tenuto il primo Consiglio degli Studenti per il biennio 2014-2016! Prima di mostrarvi gli esiti delle votazioni, lasciateci fare delle considerazioni. Se la situazione negli atenei d'Italia è da ritenersi fatiscente, sopratutto nel Meridione, la responsabilità non può sempre essere attribuita prevalentemente alle amministrazioni. Molto spesso infatti si verifica che chi dovrebbe tutelare gli interessi degli studenti sia in realtà distratto, incapace, o peggio impreparato. Prescindendo dalle gaffe della presidenza che hanno accompagnato l’intera seduta, date dalla probabile emozione di ricoprire quel ruolo, la mancanza di una lettura, anche superficiale, del regolamento di funzionamento del CdS non è giustificabile soprattutto quando si ricopre il ruolo di moderatore di un organo complesso come il Consiglio degli Studenti. Ad ogni modo, ci preme farvi notare quanto la composizione del Consiglio poco rappresenti il reale volere degli studenti espresso durante le elezioni studentesche di maggio 2014 (Azione Universitaria Politecnico prima lista con 2070 voti, coalizione Studenti Democratici e Link con 1719 voti). Difatti, sebbene Aup abbia il maggior numero di rappresentanti per associazione, ancora una volta, grazie a giochetti politici e strette di mano, il Consiglio degli Studenti vede a capo un rappresentante di Studenti Democratici e Link. La conferma di questi accordi ci è giunta quando è stato nominato, grazie al supporto di Studenti Democratici, membro del  Senato Accademico un rappresentante di Taranto. Un dubbio sorge spontaneo: Come possono i colleghi della sede di Taranto svolgere con perizia questo ruolo gravoso, quando innumerevoli volte si sono mostrati del tutto disinteressati e assenti nei CdD, nelle commissioni didattiche e negli osservatori della didattica? Viva la meritocrazia! Altra nota dolente del primo CdS è stata la faziosità dei dottorandi, che coscienti di votare per persone a loro del tutto sconosciute, si sono giustificati tirando in ballo non ben precisate pressioni esterne. Come già detto, nuovi amici, vecchi intrighi! Confidiamo tuttavia, che la nuova generazione di rappresentanti che compone la presidenza possa dimenticare i cattivi esempi dati dal vecchio presidente, e gli atteggiamenti distruttivi e poco etici dei rappresentanti più "navigati" nell'interesse del bene comune, spianando così la strada ad un fruttuoso periodo di collaborazione. Questi i punti previsti all'Ordine del Giorno discussi in Consiglio:

  • Elezione del Presidente, vice e Segreteria del Consiglio degli Studenti;
  • Elezione dei rappresentanti degli studenti in seno al Senato Accademico;
  • Elezione delle commissioni del Consiglio degli studenti;

Questo l'esito delle votazioni con i rispettivi voti (noterete una certa costanza nei risultati).

COMPOSIZIONE DEL CDS

PRESIDENTE Consiglio degli Studenti Raffaello Perez de vera (eletto 23 voti) Domenico Mancini (18 voti)

VICEPRESIDENTE Consiglio degli Studenti Floriana Petruzzelli (eletto 20 voti) Domenico Mancini (18 voti) 

SEGRETERIA Consiglio degli Studenti Alexia Mangiulli Mario Ricci Gaetano Palumbo 

SENATO ACCADEMICO

Antonio Albano (10) Maria Luisa Scapati (10)

Giuseppe Carbonara (dott.)

Gabriella Di Blasio (10)

 

COMMISSIONI DEL CDS

Didattica Mangiulli(13) Rapisardi(14) Scapati(14) Ricci(14) Parisi(13) Perrini(12) Tesse(11) Di Blasio(12) Fiore(12)

Diritto allo Studio Ciavarella(14) Parisi(14) Petruzzelli(13) Liuzzi(14) Scapati(14) Tesse(12) Mancini(12) Campione(12) Fiore(12)

Attività autogestite Liuzzi(14) Scapati(14) Petruzzelli(14) Ricci(14) Rapisardi(13) Mancini(12) Palumbo(12) Chiapperini(12) Di Blasio(12)

Relazioni con l'esterno Casamassima(14) Nocera(14) Mangiulli(13) Console(14) Loscialpo(14) Pannarale(12) Paradiso(12) Nicchia(12) Mancini(12)

Sedi decentrate Scapati(14) Console(14) Loscialpo(14) Petruzzelli(14) Albano(13) Dalessandro(11) Loiacono(12) Sparaneo(12) Bitetto(11)

logoPolitecnico Due anni fa, i rappresentanti degli studenti di Azione Universitaria Politecnico, hanno avviato il Consiglio degli Studenti con queste parole: “Quella che ci si presenta da oggi è una bella sfida ed un’esperienza inedita che non tenderà a “fare” scuola per militare attivamente in politica domani, ma “sarà” scuola intesa come crescita e cura dei rapporti di collaborazione e interpersonali tra noi consiglieri e studenti. Noi abbiamo in mente una rappresentanza, e quindi, come sua espressione, un Consiglio in cui ogni ragazzo o ragazza possa avere pari opportunità di esprimere il proprio parere, la propria volontà di collaborare attivamente e di veicolare le informazioni nella maniera più limpida e trasparente possibile, a differenza dello scorso mandato in cui si è perpetrato l’errore di effettuare comunicazioni insufficienti o, peggio ancora, lacunose e frammentate. Siamo in una sede in cui il confronto delle idee deve essere visto come uno strumento di dialogo sociale e non politico”. A chiusura del biennio di rappresentanza 2012-2014 posso tranquillamente affermare che  si è verificato  l’esatto opposto! Le funzioni di carattere propositivo e consultivo dell’organo sono state accantonate per far spazio all'incompetenza di una coalizione (studenti democratici, link, cinetyk, csj) che ha visto a capo del Consiglio degli Studenti un rappresentante della lista Studenti democratici. Se vi state chiedendo com'è possibile, ecco le risposte:


1) #rappresentanza Se Consiglio degli Studenti ha espresso un parere sulle principali tematiche che hanno coinvolto la popolazione studentesca in questi due ultimi anni è perché i rappresentanti di Azione Universitaria Politecnico hanno richiesto una convocazione straordinaria del consiglio!!!

Il 60 % delle convocazioni sono state infatti richieste proprio da AUP!!! 


2) #pariopportunitàdiesprimersi In due anni di mandato le convocazioni sono arrivate, da parte del presidente del CdS, o con 24 h ore di anticipo  o con 48 h di anticipo. Non permettendo quindi, la maggior parte delle volte, agli studenti delle sedi decentrate di Taranto e Foggia, nonché ai rappresentanti degli studenti pendolari o fuori sede di prendere parte al Consiglio!!!

Il 40% dei consigli è stato convocato con 24 h di anticipo e il 30% con 48 h di anticipo!!!


3) #trasparenza In più di un occasione è stato richiesto un parere su tematiche di fondamentale importanza per gli studenti del nostro ateneo, proponendo la documentazione aggiuntiva direttamente  in sede di consiglio!!! Senza un adeguato approfondimento!!! Esempi? Seduta del 6 febbraio 2013: Decreto ministeriale c.d “Determinazione dei livelli essenziali e requisiti di eleggibilità delle prestazioni per il diritto allo studio universitario”: parere del Consiglio degli Studenti; Seduta del 20 Marzo 2013: Parere del Consiglio degli Studenti circa la situazione delle sedi decentrate; Seduta del 26 aprile 2013: Parere del Consiglio degli Studenti sulle problematiche relative alle sessioni d’esame del Corso di Laurea in Architettura. Altro episodio sulla quale è venuta meno la trasparenza che dovrebbe contraddistinguere il Consiglio degli Studenti è avvenuto in occasione della distribuzione, lo scorso semestre, delle magliette del Politecnico di Bari (per maggiori info clicca qui)


  4) #confrontodiidee L’assoluta mancanza di un confronto di idee, basata sulla variabile interpretazione  delle norme del regolamento di funzionamento del CdS, ha visto più volte il suo presidente prendere decisioni di discutibile posizione. Esempi? Seduta del 25 settembre 2013: Questione corso di laurea in Edile-Architettura (per maggiori info clicca qui) Seduta del.... MAI CONVOCATA!:  Problematica apertura Student Center (per maggiori info clicca qui) Seduta del 26 settembre 2014: Non inserisce come punto all'ordine del giorno l'approvazione delle attività autogestite degli studenti perché in minoranza rispetto l'associazione Azione Universitaria Politecnico.  

I giochi del 2012-2014 sono ormai chiusi. Chissà se il biennio 2014-2016 riserverà delle sorprese o se confermerà l’assoluta incapacità di Studenti democratici di adempiere ai compiti spettanti al cds.

9513694-les-gens-d-39-affaires-en-3d-lors-d-39-une-reunion-d-39-entreprise-isole-sur-un-fond-blancLunedì 30 giugno 2014 undicesima seduta del Consiglio degli Studenti del Politecnico di Bari.

Questi i punti previsti all’ordine del giorno discussi in Consiglio:

  • Comunicazioni;
  • Approvazione verbali sedute precedenti;
  • Potenziamento Biblioteche;
  • Problematiche relative al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura;
  • Varie ed Eventuali.

1) Comunicazioni

E' pervenuta alla segreteria del Consiglio degli Studenti la seguente comunicazione da parte del direttore generale, Dott. Antonio Romeo:

  • Invitation to the INFORMATION DAY / 1st Round of ADRIATinn Project (per leggere il comunicato ufficiale clicca qui);

 


2) Approvazione verbali sedute precedenti

Non è stato possibile approvare i verbali delle sedute precedenti in quanto non ancora scritti dalla segreteria del Consiglio.


4) Potenziamento biblioteche

  • Richiesta da parte del Dott. Sottile, Direttore della Biblioteca “M. Brucoli”, di esprimere un parere sulla riorganizzazione della sala consultazioni della biblioteca.

In particolare, il Direttore chiede una rimodulazione dell'organizzazione del servizio biblioteca, da attuarsi tramite l'omogenizzazione  delle due sale, con trasformazione della sala ad oggi costituita da tavoli per lo studio di gruppo (attuale Biblioteca), in sala con postazioni di studio singolo e riservato (sala "Loculi"). Il tutto dovrebbe poi essere completato con l'installazione di un servizio di videosorveglianza, che fungerebbe da deterrente per i comportamenti incivili e non consoni al luogo. Il Consiglio degli Studenti, prendendo atto della necessità di migliorare il servizio bibliotecario del nostro Ateneo, ha richiesto, prima di esprimere un parere, lo studio di sostenibilità, il piano di spesa e lo studio di fattibilità necessario per la realizzazione dei lavori. 

  • Richiesta da parte del Prof. Napolitano, presidente del Centro Linguistico di Ateneo, di utilizzare quota parte dei fondi ex-lege 390/91 per l'acquisto di 8 pc idonei ad acquisire tutto il materiale didattico disponibile in rete nonché di utilizzare quello disponibile su CD e DVD.
Il Consiglio degli Studenti, finanziando parte del preventivo presentato, approva all’unanimità le richieste pervenute.
  • Richiesta da parte del Prof. Napolitano, presidente del Centro Linguistico di Ateneo, di utilizzare quota parte dei fondi ex-lege 390/91 per il finanziamento di 30000 € per l'attivazione dei 18 corsi di lingua su Bari e 3 corsi su Taranto. 
Il punto è stato rimandato al prossimo Consiglio.
  • Richiesta da parte del Prof. Acciani, delegato del Rettore all'Orientamento, Tutorato e Placement, di un finanziamento di 40000 € al fine di rendere efficiente ed efficace il servizio di Orientamento. 

Il Consiglio degli Studenti ha deliberato, all’unanimità, di rifiutare tale richiesta in quanto il preventivo inviato presentava un piano di spesa errato.

 


5) Problematiche relative al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura
 
Visto il punto all'O.d.G del Senato Accademico di martedì 1 luglio 2014,  "Problematiche relative al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura", il Consiglio degli Studenti ha proposto la stesura di due documenti da portare all'attenzione dei Senato. 

Nel primo, il Consiglio degli Studenti chiede al Senato Accademico di imporre il rispetto delle norme del Regolamento Didattico di Ateneo e dei Regolamenti Didattici dei corsi di studio attualmente vigenti ed inviati al Ministero, precisando che qualsiasi delibera presa da un Consiglio di Dipartimento, che non sia coerente con i Regolamenti Didattici dei corsi di studio e di Ateneo, non venga considerata valida. 

 
Nel secondo, il Consiglio degli Studenti chiede che al Senato Accademico di esprimersi sulle seguenti problematiche:
  • programmazione delle sedute di laurea (Settembre 2014 - Gennaio 2015)
E' stato imposto un numero massimo di sei tesisti per docenti per le Sedute di Laurea del Corso di Ingegneria Edile-Architettura. Questa limitazione, costringerebbe alcuni docenti a selezionare, secondo criteri ancora non definiti, un numero di studenti inferiore a quelli in condizione di sostenere la seduta; ciò comporterebbe per gli “esclusi” uno slittamento del conseguimento del titolo di Laurea nelle sedute di 4 o 9 mesi.
 
  • numero delle sedute di laurea
Le sessioni di laurea sono state ridotte a tre, in contrasto con quanto previsto dal Regolamento Didattico di Ateneo e differentemente da quanto avviene in tutti gli altri corsi di Ingegneria del Politecnico di Bari.
 
  • modifiche Regolamenti Didattici
Le “Norme Attuative” del Regolamento didattico 2013-2014 che prevedono l’introduzione di cicli, propedeuticità e modifiche al regolamento tesi, hanno prodotto sugli studenti immatricolati negli anni precedenti un forte ritardo nel loro naturale percorso universitario. Lo studente infatti, non maturando i requisiti necessari previsti da tale regolamento, verrebbe automaticamente iscritto come studente fuoricorso, non potendo accumulare la frequenza per gli anni successivi.
 
Il Consiglio degli Studenti, a larga maggioranza, delibera di chiedere al Magnifico Rettore un audizione da parte dell'attuale rappresentante degli studenti di Ingegneria Edile-Architettura, Anna Perrini, al fine di esporre quanto avvenuto nelle precedenti sedute del Consiglio di Dipartimento DICAR. 
 
In ultimo,  i Consiglieri chiedono vengano applicate delle sanzioni disciplinari in seguito alle affermazioni espresse dal Direttore del Dipartimento DICAR nelle sedute di laurea di Ingegneria Edile-Architettura ed Architettura dello scorso mese (in tale occasione il Direttore ha pubblicamente accusato gli studenti di Ingegneria di presentarsi in seduta con voti e medie "tarocche")

Il Consiglio ritiene che queste ultime affermazioni siano lesive della dignità degli iscritti presso il nostro Ateneo, delle loro famiglie e dei docenti che erogano insegnamenti nei vari corsi di Ingegneria. 

 

Eventi e Scadenze

loader

Like us on Facebook!

Cerca