• 080 596 3786

AUP>NEWS

"La protezione  superficiale dei suoli come prevenzione dall’erosione e contributo alla manutenzione di frane stabilizzate"
Obiettivo della giornata di studio è l’analisi dei problemi posti dall’erosione dei terreni e dall’infiltrazione dell’acqua in profondità e la presentazione delle possibili soluzioni tecniche che consentono di controllare i fenomeni di degradazione superficiale del suolo e di coadiuvare la regimazione dei deflussi.
La giornata di studio è rivolta a tutti i tecnici che operano nel campo della salvaguardia dell’ambiente e del territorio, in un contesto di sviluppo sostenibile: ingegneri, architetti, geologi, dottori agronomi e forestali.
Il tema sarà affrontato con il contributo di ricercatori e tecnici specializzati nel settore, considerando le cause e gli effetti dell’erosione e dell’infiltrazione ed evidenziando la relazione di interdipendenza tra fenomeni erosivi e stabilità dei pendii naturali e degli scavi.
Verranno inoltre illustrate diverse soluzioni tecniche finalizzate a contrastare i fenomeni erosivi e di instabilità, in diversi contesti geomorfologici e climatici, con l’obiettivo di garantire la sicurezza del territorio e la salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio nell’attuale contesto normativo.
Alla conclusione della giornata di studio, a partire dalle 16.30, sarà possibile visitare alcuni cantieri in provincia di Matera.
E' necessario confermare l'adesione entro il 14 Giugno 2011, utilizzando esclusivamente il modulo online reperibile sul sito web www.pratiarmati.it.

Riceviamo e pubblichiamo una mail del Magnifico Rettore Nicola Costantino in merito alla classifica annuale del "Sir" (Scimago Institutions Rankings). "Carissimi, Vi trasmetto il SIR 2010 World Report, la più completa classifica delle istituzioni di ricerca nel mondo, che ne ha valutate 2.833, tra cui 55 università pubbliche italianeIl Report, oltre a misurare la quantità complessiva di ricerca prodotta (dato questo che naturalmente privilegia le istituzioni più grandi, che non sono necessariamente le più efficienti e prestigiose, ed è di per sé poco significativo) ne ha valutato la qualità, attraverso il loro impatto scientifico normalizzato (NI -  Karolinska Intitutet). In questa classifica il Politecnico di Bari è al 17° posto in Italia, alle spalle di 15 università pubbliche settentrionali (al primo posto c’è l’Università di Verona, seguita da quelle di Brescia e di Trento) e dell’Università del Sannio, ma davanti a 17 altre università del centro-nord (tra le quali anche il Politecnico di Milano) e (con un sensibile distacco) a tutte le altre università del centro-sud (21), comprese le tre di Roma e le tre di Napoli. L’impatto normalizzato del Politecnico di Bari è pari a 1,30: ciò significa che i suoi risultati scientifici (valutati attraverso le pubblicazioni internazionali) sono del 30% superiori alla media mondiale nei suoi ambiti disciplinari.  Ritengo che questo risultato, del quale voglio complimentarmi con tutti i nostri professori e ricercatori, strutturati e non, sia più significativo delle classifiche fondate sulla capacità di attrarre finanziamenti alla ricerca, spesso falsate da fattori indipendenti dalla qualità del nostro lavoro. Molto cordialmente Nicola Costantino" Potete accedere al file della classifica cliccando qui: ClassificaSir2010.

IL MUSEO della FOTOGRAFIA del POLITECNICO di BARI invita GEPPI DE LISO a tenere una lezione sulla comunicazione aziendale dal titolo:

Dal Ciocco al Pinocchio, il linguaggio della pubblicità

La lezione si terrà giovedì 9 Giugno 2011 ore 17:30, AULA MULTIMEDIALE – PALAZZO del POLITECNICO di BARI – Via G. Amendola 126.

Intervengo:

Antonio Dell’Aquila, Preside della Prima Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari

Pio Meledandri, Direttore del Museo della Fotografia del Politecnico di Bari.

Per maggiori info clicca qui.

Idee giovani per l'ecoarchitettura

Il concorso Progetta la casa divisibile è una delle proposte che verranno lanciate all’interno della mostra-convegno Habitat Clima, organizzata appunto da Eco Network e visitabile a Monza dal 17 al 19 Settembre 2011.

La manifestazione è ormai giunta alla sua sesta edizione e, nel contesto di un’attenzione specifica per le tematiche del risparmio energetico, della bioarchitettura e della sostenibilità ambientale, ha voluto quest’anno aprire uno spazio specificamente dedicato alla creatività dei giovani architetti. Da qui l’istituzione del concorso, che si concentra su un tema a mezza via fra architettura e sociologia.

È su questi temi che i giovani progettisti invitati a partecipare al concorso di Eco Network dovranno ragionare, per produrre progetti (o anche presentarne di già realizzati) di spazi per l’abitare che possano adattarsi con facilità e funzionalità a queste dinamiche. Le loro idee dovranno essere spiegate partendo da una configurazione base, illustrando via via tutte le potenziali trasformazioni della casa, realizzate anche attraverso l’integrazione di elementi edilizi.

Possono partecipare al concorso tutti i laureati presso le Facoltà di Architettura ed Ingegneria che abbiano conseguito la Laurea non più di 7 anni prima al momento dell'iscrizione al concorso e a tutti i laureandi presso le Facoltà di Architettura e di Ingegneria che siano iscritti regolarmente al quarto anno di esami. Età massima: non si possono superare i 30 anni al momento dell’iscrizione al concorso.

Il termine per la presentazione degli elaborati è fissato per il prossimo 15 Luglio 2011.

Maggiori informazioni

Riceviamo e pubblichiamo una mail che il PRESIDE della Prima Facoltà di Ingegneria ha inviato a tutto il corpo Docenti in merito ad un appello straordinario per la sessione estiva. "Cari docenti dei corsi di insegnamento della I Facoltà di Ingegneria, le modifiche al calendario delle lezioni dovute al ritardato inizio dell’anno accademico in corso hanno avuto tra l’altro l’effetto di spostare al 2 luglio il termine ufficiale delle lezioni dell’anno accademico in corso. Questo slittamento in avanti della fine delle lezioni può creare qualche difficoltà a studenti pronti per laurearsi, a meno dell’'ultimo esame o degli ultimi esami, nelle sedute del mese di luglio, non potendo ufficialmente sostenere esami prima della fine dei corsi, e dovendo rispettare i tempi previsti dal nostro regolamento tra ultimo esame e seduta di laurea. Pertanto, autorizzo tutti i docenti interessati – in deroga alla attuale prassi circa i periodi da destinare agli esami a mettere in calendario un appello straordinario di esami, da effettuarsi nel prossimo mese di giugno, in tempo utile per partecipare alle sedute di laurea già in calendario per il mese di luglio, appello riservato ai soli studenti laureandi che dovranno dimostrare il loro status di laureandi attraverso la presentazione di copia del Modello Tesi. Conto sulla vostra collaborazione e invio molti cordiali saluti. Prof. Antonio Dell’Aquila Preside I Facoltà di Ingegneria Politecnico di Bari" Pertanto alla luce di questo comunicato così come fu per la sessione primaverile i docenti sono invitati a fissare un appello straordinario per I SOLI LAUREANDI.

Eventi e Scadenze

loader

Like us on Facebook!

Cerca