• 080 596 3786

AUP>NEWS

Nuovo Regolamento Tasse A.A. 17/18: importanti aggiornamenti!

Questa settimana ha visto tutti i vostri rappresentanti, da quelli in Consiglio degli Studenti a quelli in Consiglio di Amministrazione, impegnati a trovare una soluzione definitiva e di compromesso per l’allerta tasse per l’A.A. 17/18 (che vi abbiamo raccontato qui). Riteniamo che sia nostro dovere informarvi sull’evoluzione della situazione e ci scusiamo se l’articolo risulterà particolarmente lungo ma gli avvenimenti sono tanti così come gli aspetti da evidenziare!

Nel Consiglio degli Studenti di Mercoledì scorso abbiamo analizzato l’ultima versione della formula proposta dal Politecnico constatando che essa presenta due forti limiti:

  1. Per ISEE compresi tra 35.000€ e 60.000€ (circa) il livello di tassazione andrebbe a superare quello del Politecnico di Torino (il confronto è stato fatto nell’ipotesi, più che plausibile, che il PoliTo non vari il proprio livello di tassazione per il prossimo anno accademico). È evidente, come dedotto dalla maggioranza dei consiglieri, che se due università diventano comparabili sul piano economico devono esserlo anche in riferimento alla percezione dei servizi offerti.
  2. La formula proposta dall’amministrazione è ancora una parabolica di 2° grado: il consiglio ha effettivamente constatato che una formula di questo tipo presenta un tasso di incremento delle tasse molto alto nel tratto di crescita della parabola. Questo significa che per già da ISEE di 30.000€ si iniziano a registrare aumento anche di 200-300€.

Per rendere più agevole la considerazione della formula del PoliBa vi abbiamo preparato questa immagine di confronto:

Su iniziativa dei Consiglieri di Azione Universitaria Politecnico è stata discussa una valida proposta che riuscisse a mitigare sia gli aspetti prima evidenziati sia le esigenze di bilancio dell’ateneo.

L’idea di base è quella di utilizzare una formula lineare a tratti che salvaguardi contemporaneamente sia le fasce basse che quelle medio-basse generando degli aumenti contenuti per ISEE molto alti. Lo scopo è quello di rispettare i 3 principi fondamentali sanciti dallo studentACT: equità, gradualità e progressività; è evidente che una formula di ordine superiore al primo poco aderisce a questi aspetti. La formula che noi di Azione Universitaria Politecnico avevamo elaborato prevedeva la linearità perfetta: a raddoppi di ISEE sarebbero corrisposti raddoppi di tasse.

Il consiglio, però, aggiungendo un coefficiente moltiplicativo pari a 0,09 alla formula già preparata dai consiglieri di AUP, ha scelto, all’unanimità, di proporre al gruppo di lavoro sul nuovo regolamento tasse la seguente formula che implementa dei livelli di tassazione più contenuti fino ad ISEE di circa 60.000€.

La formula è graficamente presentata nell’immagine qui di seguito dove è possibile confrontarne l’andamento con la tassazione del nostro ateneo e del PoliTO per quest’anno accademico.

Giovedì i rappresentanti in consiglio di Amministrazione hanno presentato al gruppo di lavoro (formato dalla Direzione Generale del Politecnico, dai responsabili dell’ICT e della Segreteria Studenti, da due rappresentanti dei docenti e dai due rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio di Amministrazione) la proposta del Consiglio degli Studenti.

La riunione, durata più di 2 ore, ha visto duramente impegnato il nostro rappresentante in Consiglio di Amministrazione in una trattativa per giungere al giusto compromesso tra le esigenze di bilancio del PoliBa e la volontà di evitare un folle aumento delle tasse già sugli ISEE bassi e medio-bassi.

Dopo una serie di simulazioni si è giunti a questa formula di calcolo, rimodulando il coefficiente moltiplicativo a 1,1, ritenuto il miglior compromesso da ambo le parti:

La formula implementa un proporzionale al 7% della differenza ISEE-13000 fino ad ISEE di 20.526€ per poi applicare una formula rappresentante una retta con pendenza nettamente più bassa di quella al 7%. Come si evince dalla figura tutte le persone con ISEE minore o uguale di circa 50.000€ manterranno in media l’attuale livello di tassazione: ci saranno, infatti, nette diminuzioni per la maggior parte degli studenti in questa situazione con piccoli aumenti per pochi. Sopra i 50.000€ ci saranno dei progressivi e graduali aumenti fino ad arrivare ad una tassa massima di 2310€ per ISEE maggiori o uguali a 90.000€.

La parola finale adesso spetta al Consiglio di Amministrazione che dovrà decidere quale formula utilizzare tra quella parabolica proposta dall’Amministrazione del Politecnico, riassunta nella seguente immagine, e quella lineare approvata all’unanimità dal Consiglio degli Studenti.

con

TMAX=2110€, R=isee dello studente, R0=13000, RMAX=160000, aMAX=0.0568 e aMIN=0.001.

Il confronto tra la proposta PoliBA e la proposta del Consiglio degli Studenti è disponibile in figura:

Ci auguriamo che dopo l’arduo impegno profuso da tutti il Politecnico riesca a giungere al giusto compromesso tra tutti i vincoli che caratterizzano questa decisione.

Da parte nostra continua l’impegno a batterci affinché la nostra amministrazione, offuscata da conteggi poco corretti e realistici, eviti di applicare soluzioni a dir poco fantascientifiche che non tutelano la popolazione studentesca ma solamente il bilancio del Politecnico. 

Eventi e Scadenze

loader

Like us on Facebook!

Cerca