• 080 596 3786

A.DI.SU. Puglia

senato-2Si è tenuto lo scorso 29 Aprile l'ultimo Consiglio d'Amministrazione A.Di.S.U.  qui di seguito alcune delle principali comunicazioni e discussioni circa i punti all'ordine del giorno.

- L'Agenzia ha avviato contatti con la "Puglia valore Immobiliare" srl società di cartolarizzazione della Regione Puglia, al fine di verificare l'ipotesi della cessione all'ADISU Puglia, in comodato gratuito, di durata almeno trentennale, dell'immobile rappresentato dall'ex Istituto Nautico, sito in via Abate Gimma, a Bari, da destinare a residenza per studenti universitari. istitutoNel caso in cui l'operazione dovesse andare a buon fine si avrebbero a disposizione ulteriori 90 posti letto circa, sarebbe un ulteriore traguardo per gli studenti della sede di Bari;

- Si è valutata la possibilità di realizzare una convenzione con le A.S.L. di Bari in modo da consentire agli studenti fuorisede di poter avere un medico di riferimento in zona senza doversi recare al pronto soccorso, dove le attese sono piuttosto lunghe, o tornare a casa per rivolgersi al proprio medico di base; cosa che già avviene in altre sedi d'Italia;

- A seguito dell'inaugurazione della "Casa dello Studente Angelo Fraccacreta", sarà possibile a breve far richiesta di servizio foresteria (qui il link con le info e la modulistica necessaria ), ma verrà data priorità agli studenti idonei (aventi diritto) a cui non è stato possibile assegnare posto letto in fase di domanda per l'a.a 2014/15:

Vi terremo aggiornati circa ulteriori eventuali sviluppi.

 

articoloA seguito della proposta della componente studentesca in C.D.A. Adisu, la Giunta regionale ha deliberato di innalzare i requisiti relativi alla condizione economica per ottenere la borsa di studio per l'accesso e per la frequenza dei corsi dell'istruzione universitaria e dell'alta formazione artistica e musicale.

A partire dall'anno accademico 2015/2016, pertanto, tutti gli studenti iscritti alle Università, ai conservatori Musicali ed alle Accademie di Belle Arti pugliesi, potranno essere inclusi presentando regolare domanda se in possesso dei seguenti requisiti di reddito:

- Il valore ISEE è stato portato da 17000,00 € a 19000,00 €;

- Il valore ISPE è stato portato da 31000,00 € a 35000,00 €.

Questo sia per venire in contro alle variazioni del costo della vita per le famiglie, come comunicato dall'ISTAT al Ministero, sia per neutralizzare, almeno in parte, gli effetti dell’entrata in vigore deL DPCM 159/2013 (quest'ultimo prevede che la borsa di studio rientri tra i trattamenti previdenziali, concorrendo a definire l'ISR), consentendo ad un numero più elevato di studenti di raggiungere il requisito di idoneità e continuare a beneficiare di un sussidio fondamentale al fine di garantire il diritto allo studio.

FAQs 3D TextISCRITTI AD ANNI SUCCESSIVI

Agli studenti vincitori della borsa di studio, l’erogazione avverrà in due soluzioni:

- la prima rata pari al 50% del totale in denaro e servizi entro il 31/12/2014 (data che quest'anno è stata posticipata, causa la mancanza di fondi);

- l’ulteriore 50% del totale in denaro e servizi entro il 30/06/2015.

Gli studenti risultati vincitori in fase di seconda attribuzione, vedranno loro erogato l'intero importo della borsa di studio in un'unica soluzione entro il 30/06/2015.

E' inoltre possibile richiedere il rimborso dei pasti di cui si è usufruito nel periodo precedente all'assegnazione del beneficio tramite apposito MODULO.

Non sarà necessario raggiungere alcun tipo di requisito di merito per la conferma della borsa di studio in quanto il suddetto è già richiesto in fase di presentazione della domanda (diversamente da quanto accade per gli studenti iscritti al primo anno).

ISCRITTI AL PRIMO ANNO

Agli studenti vincitori della borsa di studio, l’importo in denaro sarà liquidato in un’unica soluzione, previa presentazione di autocertificazione dell’avvenuta acquisizione di 20 crediti entro il 10 agosto 2015. Agli studenti che conseguiranno i 20 crediti entro il 30 novembre 2015 sarà liquidato metà dell’importo in denaro della borsa di studio, mentre i servizi saranno garantiti per tutto l’anno accademico.

La comunicazione dei crediti deve avvenire entro il 31 gennaio 2016, pena la perdita del beneficio, tramite apposito MODULO

[highlight bgcolor="#ffed69"]La liquidazione della borsa di studio sarà disposta esclusivamente mediante accredito sui conti correnti ovvero tramite altri strumenti di pagamento elettronici prescelti dallo studente; pertanto gli studenti vincitori di borsa di studio sono obbligati a comunicare il proprio codice IBAN.[/highlight]

Trovate qui di seguito i link relativi a bando, scadenze e modulistica varia:

Bando Borse di studio A.A. 2014/2015;

Scadenze;

Importi della tassa regionale ;

Importi delle borse di studio;

E' possibile comunicare l'IBAN attraverso il seguente MODULO online;

Qui di seguito i contatti della sede centrale A.Di.S.U. PUGLIA

Bari - Borse di studio Orario di apertura al pubblico Tutti i giorni escluso il sabato dalle ore 09.00 alle ore 12.00 Martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 16.00 Numero Verde 800.637979

Invito Fraccacreta 10.4.2015Siete tutti invitati all'inaugurazione della Nuova Casa dello studente "Angelo Fraccacreta" che si terrà il giorno 10 Aprile 2015 alle ore 11.00

Saranno presenti:

Nichi Vendola Presidente della Regione Puglia

Alba Sasso Assessora regionale al Diritto allo Studio e Formazione

Carlo De Santis Presidente dell’ADISU Puglia

Antonio Felice Uricchio Rettore dell’Università degli Studi di Bari “A. Moro”

l’evento sarà animato da Antonio Stornaiolo

Dopo tanta attesa e duro lavoro un nuovo traguardo raggiunto dalla nostra agenzia e dall'amministrazione regionale tutta, ma soprattutto dalla popolazione studentesca barese che dall'a.a. 15/16 disporrà di ulteriori 300 posti letto. Avremo, dunque, una copertura totale della richiesta di alloggio. I 300 posti letto verranno sino a Settembre adibiti a servizio foresteria.

Isee-NewsIl 2 Gennaio 2015 è entrato in vigore il DPCM 159/2013, che introduce numerose modifiche nella compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica e di conseguenza nel calcolo del valore ISEE e ISPE.

In particolare, tra i redditi che concorreranno a definire l' ISR (Indicatore della situazione reddituale) rientreranno anche i redditi esenti IRPEF, i redditi agricoli, gli assegni di mantenimento per i figli e tutti i trattamenti previdenziali (es. assegni familiari, borse di studio ecc).

Al fine del calcolo ISEE specifico per prestazioni universitarie, inoltre, i redditi prodotti da fratelli o sorelle del richiedente i benefici non saranno più calcolati al  50%, ma per intero.

Da uno studio effettuato a livello nazionale dalla consulta dei CAF, è emerso che il 25% degli studenti idonei nell'ultimo anno accademico non potrebbero più presentare la domanda di borsa di studio e accedere ai benefici legati al diritto allo studio.

Pertanto la componente studentesca tutta, in seno al Consiglio di Amministrazione A.Di.S.U., ha richiesto nell'ultimo consiglio che venga proposta alla Giunta regionale una revisione ed un innalzamento delle soglie economiche ISEE ed ISPE, al fine di neutralizzare, almeno in parte, gli effetti dell'entrata in vigore deL DPCM 159/2013, consentendo ad un numero più elevato di studenti di raggiungere il requisito di idoneità.

Vi terremo aggiornati in merito all'evolversi della vicenda.

 

Eventi e Scadenze

loader

Like us on Facebook!

Cerca