• 080 596 3786

A.DI.SU. Puglia


adisu Sono state pubblicate sul sito ufficiale dell’A.Di.S.U.  Puglia le graduatorie definitive per gli studenti agli anni successivi al primo delle lauree triennali, magistrali a ciclo unico e magistrali nell’A.A. 16/17.

Per consultarle CLICCARE QUI.

COPERTURA TOTALE AGLI IDONEI

La Regione Puglia, e in particolare l'assessore regionale per il diritto allo studio dichiara di voler coprire tutte le borse agli aventi diritto e inoltre di farlo nelle giuste tempistiche rispettando il bando pubblicato dall' ADISU puglia. #RASSEGNA STAMPA «Si tratta di una significativa scelta di questo governo regionale – afferma l'Assessore regionale all'istruzione, alla formazione e al lavoro Sebastiano LEO – che, non solo non ha operato alcuna riduzione delle risorse regionali da destinare alla specifica finalità, ma ha anche ritenuto dover dare priorità alla spesa per il diritto allo studio universitario, individuando, all'interno delle rigide regole del concorso delle regioni al conseguimento degli obiettivi di risanamento della finanza pubblica stabilite nella legge di stabilità 2016, gli spazi finanziari idonei ad assicurare la borsa di studio agli studenti aventi diritto. Inoltre, per la prima volta, queste cospicue risorse, pari a oltre 17 milioni di Euro, vengono messe a disposizione dell'Adisu-Puglia già all'avvio dell'anno accademico e, addirittura, prima ancora che le graduatorie degli aventi diritto si siano consolidate». «Ritengo – continua l'Assessore Leo – che lo studente iscritto alle nostre Università debba poter disporre della borsa di studio sin dall'avvio dell'anno accademico al fine di poter esprimere le proprie attitudini senza doversi preoccupare di nulla. Ci sono numerose priorità nella nostra Regione, ma le norme nazionali di finanza pubblica ingessano di molto i bilanci regionali. Ciononostante il governo regionale ha operato una scelta di campo, considerando particolarmente importante e prioritario il diritto allo studio universitario per consentire alle nostre ragazze ed ai nostri ragazzi iscritti alle università pugliesi di poter studiare in totale tranquillità. Questo governo regionale, inoltre, non vuole tralasciare nulla e, a breve, si occuperà e svilupperà anche il tema degli alloggi universitari per i nostri studenti fuori sede, a conferma della volontà di porre in essere politiche complessive ed integrate per assicurare, ad una platea sempre più ampia di studenti, gli strumenti ed i servizi del diritto allo studio universitario e rendere veramente effettivo questo diritto riconosciuto nella nostra carta Costituzionale».

DIRITTO ALLO STUDIO

A seguito di innumerevoli lotte per vederci riconosciuto il nostro sacrosanto DIRITTO finalmente sembrano ascoltare la nostra voce. Il nostro rappresentante Favia Nicola dell'associazione Azione Universitaria Politecnico ha posto all'attenzione nazionale, durante la conferenza per il diritto allo studio sugli Stati Generali tenutosi a Palermo , le criticità che avvertono gli studenti pugliesi e lo strano fenomeno degli IDONEI NON BORSISTI. In tale conferenza italiana svolta in data 30 e 1 Ottobre hanno partecipato tutte le regione italiane.  La borsa di studio per tutti coloro abbiano i requisiti per potervi accedere dovrebbe e DEVE ESSERE UN NOSTRO DIRITTO. Inoltre Azione universitaria politecnico ha partecipato anche ai diversi tavoli tematici che si sono svolti a Palermo per cercare delle soluzioni innovative per migliorare i servizi  che vengono erogati agli studenti. AZIONE UNIVERSITARIA POLITECNICO sta lavorando al vostro fianco affinché tutti i diritti degli studenti vengano tutelati e i servizi offerti siano migliorati. Penso che la copertura totale non sia una vittoria ma solo cio che ci spetta. #AUP #SEMPRE DALLA PARTE DELLO STUDENTE 14470527_10210812206129418_5546813989422805885_n 14542351_10154050046123736_1596301939149942713_o                              

adisupalazzo              

Sono state riportate importanti modifiche e migliorie per quanto riguarda il servizio abitativo. Durante il consiglio di amministrazione grazie all'impegno e la tenacia di noi rappresentanti degli studenti eletti in tale consesso è stato possibile uniformare e migliore il. Le modifiche apportate le troverete qui di seguito:  

  • all’art. 6, comma 1, l’orario di rientro verrebbe posticipato dall’1.00 alle 3.00 e resterebbe alle 4.00 il sabato notte; vengono eliminate le differenziazioni su base territoriale; - al comma 2 dell’art. 6, nei giorni utili previsti per il computo delle assenze, viene eliminato il sabato onde consentire, agli studenti che vi abbiano interesse, di rientrare nel luogo di residenza abituale durante i fine settimana;
  • all’art. 10, comma 4, la modifica riguarda l’orario in cui è possibile ricevere ospiti nelle camere; ferma restando la necessità di ottenere il consenso degli altri occupanti, il nuovo orario è dalle 9.00 alle 23.00;
  • all’art. 15 viene istituzionalizzata e resa obbligatoria una riunione – da tenersi per almeno tre volte nel corso dell’anno accademicofra il dirigente di sede e i rappresentanti eletti delle residenze studentesche

Eventi e Scadenze

loader

Like us on Facebook!

Cerca